Volontariato: la Parola del Vangelo fatta azione (di Tiziano Petritoli)

 
 

Questa testimonianza è indirizzata nei confronti di chi non crede alle testimonianze sul volontariato, anzi a chi non crede affatto al volontariato. Mi immagino una persona che nella sua testa abbia tutte le ragioni del caso su motivi per i quali il sabato sia meglio starsene a casa invece di fare qualcosa per qualcuno che si conosce appena: tutto questo è vero. Ma non è tutto. Perché la vita di ognuno di noi non finisce nei recinti delle proprie ragioni.

 

 

Arriva per tutti il momento di alzare lo sguardo, guardarsi allo specchio, fare il bilancio della propria vita ed alla fine qualcosa manca, uno spazio vuoto del proprio passato, un senso di solitudine che più volte si è evitato di affrontare.

 

Quindi se qualcuno volesse sapere cosa significa aiutare se stessi, se davvero aiutando qualcuno alla fine impariamo anche che la misura della propria ragione è più vasta di quello che pensiamo, qui a Cesano ti offriamo l’opportunità di scoprire la Parola del Vangelo, fatta azione: lo sguardo vede speranza, lo specchio riflette il prossimo e nei bilanci l’unica cosa che conta è davvero rimettere i tutti i debiti ai propri debitori.

 

 
Quello che io ho imparato sul volontariato è che il Cristianesimo non è una religione per deboli, ma si manifesta con tutta la sua possenza soli con i più deboli. Puoi spiegarlo con la ragione?
 
 
 
 
 

Tiziano Petritoli

 
 
 
  
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento