Il nuovo libro del parroco

OK

Questo è l’esergo del nuovo libro del parroco, don Federico Tartaglia, che si intitola Diario Filosofico di una fede inquieta e che sarà presentato sabato alle ore 19,30 nel nostro auditorium parrocchiale:

“Caro lettore, sono diventato sacerdote venti anni fa e questa mi sembra una buona occasione per pubblicare un libro. Lo edito da solo, perché gli editori cui mi ero rivolto hanno ripetuto, in maniere diverse, che il manoscritto non poteva essere pubblicato. Forse avevano ragione…o forse no! È quello che ho pensato io, che di libri ne ho letti abbastanza e ritengo che il mio meriti la fatica di essere letto. L’ho chiamato “Diario filosofico” perché la scrittura del testo mi ha accompagnato per nove anni e perché ciò che muove lo scritto è la ricerca filosofica della verità, nei miei anni in missione in Malawi e ora in Italia, quando ogni giorno il desiderio di credere si unisce al dubbio per certe domande che sembrano avere più di una risposta. E così il diario diventa un libro che parla almeno a due destinatari: da una parte coloro che credono e procedono con evidenze, dall’altra coloro che queste certezze non le colgono e dubitano, esitano e magari negano. Io mi metto in mezzo, perché credo ma dubito e dubitando comunque credo. Da qui nasce la mia inquietudine che non sa ritrovarsi né con le certezze granitiche di certi credenti, né con l’inconcludenza dell’agnostico. Non so se il libro raggiunge il suo scopo e i suoi destinatari. Il rischio è che, come ogni diario, diventi comprensibile solo al suo autore o che muovendosi tra ragione e fede scontenti i credenti e non convinca i dubbiosi. Allora avranno avuto ragione gli editori e chiederò scusa per la mia superbia. Ma una buona ragione la troverei comunque perché il libro è dedicato a tutti coloro che ho incontrato in questi venti anni e che hanno avuto la pazienza di conoscermi. Qui c’è gran parte di ciò che penso e credo. Ho la presunzione che a qualcuno possa interessare.”

Don Federico

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento